FGCI, di Massimo Mascheroni | ODRZ

La FGCI era la Federazione dei Giovani Comunisti Italiani, da non confondersi con la FIGC (Federazione Italiana Gioco Calcio), che, a cavallo fra la fine degli anni ’70 e la metà degli anni ’80, organizzava, nel periodo estivo, la propria festa, della durata, se non ricordo male, di una decina di giorni: a Milano, al Parco Ravizza.

Annunci

di Andrea Colasuonno

Per chi non conosce Marco Massa, imbattersi nelle sue canzoni può risultare una piacevole sorpresa. Il critico musicale Vincenzo Mollica lo ha definito “uno dei migliori autori attualmente in circolazione”, e, ascoltando con la dovuta attenzione le sue canzoni, si capisce il perché. Classe 1963, Marco Massa vanta una carriera tutta dipanatasi fra i circuiti della musica d’autore, come anche prestigiose collaborazioni e diversi riconoscimenti.

Scorribande, di Massimo Mascheroni | ODRZ

Scorribande, negli anni’90, era una manifestazione dedicata ai gruppi musicali giovanili, organizzata dalla provincia di Milano. Parecchi paesi della provincia si attivavano per ospitare serate ed eventi, in prospettiva della finale estiva, che raccoglieva il meglio di quanto veniva proposto durante la stagione.
Un trio di disperati, i Tre Mendi, a dispetto di ogni pudore, si presentavano imperterriti a ogni nuova edizione, con un live set improbabile e demenziale, con il picco rappresentato da una versione samba di Bianco Natale, re-intitolata Biancu Natau.

di Massimo Mascheroni | ODRZ

Teatro Uomo – Milano

All’inizio degli avventurosi anni ’80 a Milano esisteva il teatro Uomo, sede di interessanti iniziative, alcune riguardanti la nuova scena musicale italiana. Io, che già all’epoca ero malato per qualsiasi novità, convinsi un manipolo di amici, uno dei quali totalmente inconsapevole di cosa si andasse a vedere, ad assistere a un concerto dei Gaznevada, in quel periodo reduci dalla stampa del loro primo LP per la Italian Records, che io avevo già acquistato.

di Flavio Caprera

In esclusiva per i lettori di Asilo

Flavio Caprera, giornalista e scrittore, nato a Polignano a Mare (BA), vive da anni a Milano, ed ha lavorato per quotidiani, magazine e radio. Attualmente, collabora con il web magazine www.jazzconvention.net. Ha scritto “Jazz”, un volume illustrato pubblicato in allegato per la rivista Panorama nel 2005. Nel 2006, ha pubblicato per Mondadori “Jazz Music” e, nel 2009, sempre per Mondadori, “Jazz 101. La storia del jazz in 101 dischi”. Nel 2014 ha pubblicato per Feltrinelli il Dizionario del jazz italiano.

Tra gli organizzatori più autorevoli e competenti di eventi dedicati al jazz ed alla musica improvvisata a Milano, Antonio Ribatti ha scelto l’Isola come suo quartiere di elezione: è proprio qui che i suoi progetti e le sue idee si materializzano e diventano realtà. Da AhUm Milano Jazz Festival al Maletto Prize, fino alla Notte Lilla e all’ultima arrivata GO OVER! Culture and Music from Europe, le costanti sono: l’Isola e programmazioni di alto profilo artistico.

di Monica Paes, Radio Popolare

Ho due giorni per organizzare del materiale e mettere giù due capitoli per far capire all’editore che cosa ho in mente con questo volume. Sono piuttosto libera, è solo venerdì. Devo sedermi davanti al mio amato computer e lavorare.  So che quando inizio, dopo un po’ vado liscia, il lavoro rende, mi diverto, non mi accorgo del tempo. Due giorni bastano e avanzano, tanto è solo un’imbastitura. Invece, non inizio.