Il COMITATO RESIDENTI ISOLA in assemblea

I confini dell'Isola

Non basta un voto per essere cittadini

di Lucia Giorgianni

Lo scorso 24 Maggio, il Comitato Residenti Isola ha convocato un’assemblea di quartiere, molto affollata e “partecipata”: il Comitato ha, infatti, sancito la volontà di costituirsi ufficialmente nel nuovo Municipio 9 e diventarne, così, interlocutore imprescindibile per le scelte future che riguardano il quartiere.

E’ un’opportunità resa possibile dal regolamento dei municipi del Comune di Milano, in cui si legge: a tutela dell’identità storica o delle tradizioni dei singoli territori che compongono i Municipi, ciascun Municipio può istituire nel proprio ambito territoriale Comitati di Quartiere con funzioni consultive.

Un’occasione imperdibile, dunque, per questo Comitato spontaneo che – già attivo sul territorio da oltre cinque anni – esamina, discute, delibera su questioni annose che attendono una soluzione: le esondazioni del Seveso, la collocazione del mercato concordata con gli ambulanti per la maggiore sicurezza di tutti, la sistemazione della storica Piazza Minniti, le pessime condizioni di Piazzale Lagosta, la messa in sicurezza di marciapiedi e strade, il risanamento delle case popolari, l’istituzione di spazi attrezzati per gli adolescenti, la Zona 30, la cultura diffusa, l’incremento del verde e altro ancora.

Questioni importanti, presentate in  sette schede, fin dall’inizio della campagna elettorale, agli allora candidati sindaci di Milano: Giuseppe Sala, Stefano Parisi, Corrado Passera, Patrizia Bedori.

L’invito, lanciato a tutti i residenti che desiderano farsi parte attiva, è quello di iscriversi al Comitato di Quartiere, che eleggerà al suo interno un Comitato Promotore – premessa necessaria per la costituzione e per iniziare così  il percorso per l’elezione degli  organi statutari – con un rappresentante per ogni via.

Alla serata, insieme ad una folta rappresentanza di cittadini, hanno presenziato candidati al Consiglio Comunale di Milano di diverse liste e partiti, come Gabriele Abbiati – Lega Nord, in qualità di assessore uscente, Carmela Rozza e Bruno Ceccarelli – PD, Lorenzo Lipparini – Lista Cappato, Paolo Limonta – lista Sinistra x Milano, Vito Ceravolo – Movimento 5 Stelle.

Hanno partecipato all’assemblea anche i candidati alla presidenza del Municipio 9: il nostro (in quanto collaboratore di Asilo, ndrStefano Indovino – PD, Giuseppe Lardieri – FI, Claudio Sasso – Movimento 5 Stelle, Andrea Quattrociocchi – lista Basilio Rizzo Sindaco, Michele Carulli – Lista Civica Alternativa Municipale.

L’obiettivo degli organizzatori era quello di far conoscere ai futuri amministratori le problematiche specifiche dell’Isola e informarli dell’iniziativa che darà vita a un’organizzazione civica strutturata, aperta a tutti coloro che, aderendo, ne condivideranno lo scopo di collaborazione con la pubblica amministrazione. Ci si aspettava, pertanto, che i candidati intervenissero in tal senso, entrando nello specifico del pensiero e del programma, sulle questioni sollevate. Non è andata proprio così: pochi coloro che hanno riconosciuto il ruolo e la funzione di una Comitato di Quartiere come presidio democratico sul  territorio, molti quelli che hanno approfittato del  civico incontro per portare avanti il proprio comizio, e così, nella lunga carrellata d’interventi, è prevalsa la propaganda. Difficile per la presidenza – che comunque è intervenuta più volte con diversi oratori – tenere a bada i candidati a una settimana dalle elezioni.

Comunque sia, e forse anche incoraggiati alla necessita dell’azione,  i cittadini hanno risposto nel migliore dei modi: le candidature sono arrivate, e altre se ne aspettano, visto che le liste sono ancora aperte e proseguiranno fino al prossimo autunno. Possono iscriversi al Comitato i residenti o operatori nel quartiere; l’ età minima richiesta è di 16 anni, così da comprendere anche gli adolescenti e favorirne la  partecipazione per una attività di volontariato e sociale, dove avranno un loro spazio autonomo, integrandosi con  altre generazioni.

Le adesioni saranno raccolte dal  Comitato Promotore, che ascolterà anche eventuali suggerimenti e integrazioni allo statuto in bozza, nel corso di eventi ed in luoghi preposti. Alcuni commercianti hanno dato la loro disponibilità ad accogliere le adesioni, come l’erboristeria Astragalo di via Garigliano 14, dove i cittadini possono rivolgere la loro richiesta (dalle 10 alle 14 e 16 alle 19,30 escluso domenica e lunedi), e come il negozio Intimo…Simona – Abbigliamento Maglieria, in Via della Pergola 1, ang.Piazza Minniti (dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20).

E’ il momento, dunque, per diventare protagonisti della democrazia e del buon governo, tanto per tornare alle sollecitazioni di Pierre Rosanvallon, citate nel titolo di questo articolo e tratte dal saggio Le Bon Gouvernement. Lo studioso francese, in un’intervista a Repubblica, ha dichiarato “abbiamo sempre pensato la democrazia come l’espressione della voce del popolo, oggi abbiamo bisogno che essa sia anche l’organizzazione del popolo…Chiunque è potenzialmente in grado di partecipare: un modo per rendere di nuovo attraente e credibile la democrazia”.

DSC_0064
Comitato Residenti Isola, 24 Maggio 2016